18 dicembre 2006

Casa dolce che?

Fa un certo effetto ridormire nel letto della propria ex-cameretta, nella casa paterna, dopo un anno in cui ho cambiato dimora due volte. Andando a dormire ieri mi ha stupito, se non orripilato, la dimensione minuscola della stanza in cui ho vissuto dall'adolescenza fino all'anno scorso.. e pensare che non ho ancora messo piede nella mia "vera" dimora Romana, quella che userò come appoggio per i prossimi anni. Sto iniziando ad anestetizzarmi alla sensazione di domesticità: non mi fa più effetto! Ieri per lavarmi i denti ho tirato fuori dalla valigia il beauty case (parola azzardata!) per prendere lo spazzolino. Per un attimo ho pensato che potevo fregarmi gli asciugamani ed il sapone... poi mi sono reso conto che questa casa non é un albergo!

1 commento:

.ilu. ha detto...

Magari non è il caso di inculare gli asciugamani a tuo padre.. però secondo me la colazione a letto potevi ordinarla... :P